Quali cibi e contenitori non vanno messi in microonde?

Il Microonde ormai è un oggetto immancabile nella vita delle persone, un elettrodomestico molto diffuso e utilizzato, ma spesso le persone non sanno cosa possa contenere, quali materiali e contenitori rischiano di rovinarsi e di inquinare anche il cibo.

Quella di oggi vuole essere una guida che risolve queste domande.

 

Cosa si può inserire nel microonde

Vediamo quali oggetti e cibi possono essere immessi all’interno del microonde.

Partiamo dai Termos e Tupperware di plastica: questi consigliamo di evitarli, così come i recipienti in plastica di tipo portatile utili per cibi e bevande.

Parliamo di:

  • Thermos
  • Tupperware

I thermos sono assolutamente vietati mentre i tupperware solo in alcuni casi. Ne esistono infatti alcuni che si possono inserire in microonde, sono quelli creati proprio a tale scopo e che hanno l’apposito segnale o testo sul fondo del contenitore.

Passiamo poi ad altri oggetti: i piatti in ceramica che hanno inserti in metallo. In sostanza in questo caso alcune tipologie di piatti possono essere inserite mentre altre no: in effetti non basta che siano in ceramica per poter essere inseriti nel microonde, occorre anche che non abbiamo disegni ne parti in metallo.

Passiamo alla terza cosa da non inserire: buste di plastica o carta, che sono assolutamente vietate. Il microonde le brucia e ad esempio la plastica si scioglie sul cibo e questo verrà di conseguenza contaminato. Tra i diversi materiali da non poter inserire ci sono appunto anche questi.

Proseguendo parliamo di sughi, intrugli e salse: questi possono ovviamente essere inseriti, ma senza coperture che siano di vetro, plastica o altro tipo. Quindi nessuna copertura, tranne un coperchio che può andare bene solo per una durata minima, ovvero quella del riscaldamento del sugo, non per le cotture quindi. Anche perché si tratta di due procedimenti differenti.

Passiamo ad altri cibi tra cui uova sode e alimenti che abbiano una buccia. Assolutamente non fate questa prova! Sembra che fosse uno dei primi esperimenti in microonde e le uova esplosero. Quindi sconsigliamo vivamente di fare un tentativo in tal senso.

Niente gusci quindi, ma uova strapazzate sì, opportunamente inserite in un contenitore adatto.

Le patate in microonde vanno forate prima di essere inserite e, altro consiglio utile, anche tagliate a fette.

Tornando invece ai materiali scopriamo che i derivati della plastica come il polistirolo applicato agli alimenti, o meglio al loro contenimento, al pari di altri materiali non va d’accordo con le onde elettromagnetiche del microonde.

In conclusione non possiamo non menzionare i contenitori per il cibo in carta, tra questi troviamo quelli dei fast food di varie catene, o quelli del cibo cinese da asporto, take away. Anche in questo caso evitate di inserire tali contenitori nel microonde perché possono rilasciare sostanze tossiche con il calore, ovviamente non le rilasciano in condizioni normali e a temperatura ambiente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *