Conservare pane fatto in casa

Come conservare il pane fatto in casa

Qual è il modo migliore per conservare il pane lievitato? Una domanda azzeccata, soprattutto durante l’estate. Il calore e l’umidità possono trasformare le croste croccanti del tue filone in un pezzo di pietra.

Nel frattempo, i panini per hamburger fatti in casa e le pagnotte per sandwich iniziano a sviluppare quelle temute macchie bianche – precursori della muffa – non appena vengono raffreddati, insaccati e riposti nel cassetto del pane.

Cosa deve fare un appassionato di pane? Aggiungere conservanti, come si trovano nelle pagnotte acquistate sugli scaffali del supermercato? Allontana questo rischio: puoi allungare la vitalità di qualsiasi pane semplicemente concentrandoti su tre fattori chiave. Scoprili in questo articolo.

I materiali giusti: panno, plastica o pellicola?

Conservare il pane in buste di plastica, stoffa o alluminio aiuta a trattenere l’umidità della pagnotta. Questa ritenzione di umidità è un vantaggio quando si tratta della mollica di pane, ma un aspetto negativo se si parla di mantenere la crosta del pane, poiché l’avvolgimento ammorbidirà inevitabilmente entrambe le parti.

Semplicemente non è possibile che il pane mantenga sia una crosta croccante che un interno morbido per più di un giorno. Ma poiché la croccantezza della crosta può generalmente essere ripristinata tramite il riscaldamento, la maggior parte delle persone conserva il pane avvolto per assicurarsi che l’interno rimanga morbido.

Quindi quale involucro funziona meglio: stoffa, plastica o foglio di alluminio? Con le buste di plastica e la pellicola il pane perde la sua crosta croccante ma rimane morbido nel complesso. Il pane avvolto in un panno è una storia diversa: più che croccante, la sua crosta inizia a indurirsi, mentre il suo interno si asciuga.

Questi risultati hanno un senso. La plastica e la pellicola, essendo entrambi ermetici, intrappolano l’umidità che migra dall’interno del pane, mantenendolo morbido (compresa la crosta). Il panno, essendo traspirante, trattiene meno umidità; la delusione è che questo non si traduce in una crosta croccante, ma piuttosto dura. Quindi, se vuoi conservare il pane per più giorni a temperatura ambiente, la plastica o la pellicola sono la strada da percorrere.

Temperatura: temperatura ambiente, frigorifero o congelatore?

“Conservare il pane, ben avvolto, a temperatura ambiente per diversi giorni” è un passaggio finale comune nelle ricette del pane. Ma cosa significa temperatura ambiente?

Ai fini della conservazione, è accettabile qualsiasi valore compreso tra circa i 15° e i 25°. Una temperatura più fredda tenderà a far indurire il pane, una più calda può farlo ammuffire, soprattutto in condizioni di umidità. È anche preferibile conservare il pane lontano dalla luce solare, che può surriscaldarlo, in luoghi chiusi e protetti, come una cassetta per il pane o una credenza.

Avvolgere il pane e conservarlo a temperatura ambiente lo aiuterà a trattenere l’umidità per alcuni giorni. Ma cosa succede se non riesci a finire l’intera pagnotta in quel lasso di tempo? Il congelamento è la risposta. Una volta che la tua pagnotta è completamente fredda, taglia la porzione che non mangerai entro un paio di giorni; avvolgila ermeticamente nella plastica e conservala nella parte più fredda del congelatore.

Tipo di pane che rimangono naturalmente freschi

Alcuni tipi di pane, proprio per la natura dei loro ingredienti, hanno maggiori probabilità di rimanere freschi a temperatura ambiente rispetto ad altri. Quindi, se lo spazio nel congelatore è un problema, prova uno il pane a lievitazione naturale. Il basso pH del lievito naturale crea un ambiente ostile per le spore della muffa.

Per una migliore ritenzione dell’umidità, affettare il pane dal centro verso l’esterno, anziché da un’estremità. Conservare ermeticamente con le due metà tagliate una di fronte all’altra e pressate insieme.

La longevità del pane dipende dal tipo di pagnotta, dai suoi ingredienti e dai conservanti. Mentre un pane più amidaceo ricco di proteine ​​durerà più a lungo, un pane più leggero può anche durare a lungo se congelato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *