Come si contano i giorni del ciclo

Stai cercando di sapere quando avrai di nuovo le mestruazioni? Esistono diversi modi per calcolare il ciclo: quello più semplice è quello di ricorrere ad app o calcolatori online che, inserendo pochi e semplici dati, ti permettono di avere una data approssimativa.

Ma è sempre meglio sapere come si calcola il ciclo senza ricorrere ad automatismi, per capire come funziona e per conoscere meglio i nostri ritmi biologici. Ecco come contare i giorni del ciclo.

Come calcolare la durata del ciclo?

La durata del ciclo è il numero di giorni che intercorre tra il primo giorno di sanguinamento di un periodo e il primo giorno di sanguinamento del successivo. Questo può variare da 23 a 35 giorni ma un tempo di 28 giorni è nella media. In generale, il sanguinamento dura da 3 a 7 giorni e differisce da una donna all’altra.

Ad esempio, se il tuo ciclo mestruale è iniziato il 4 marzo e il successivo il 2 aprile, la durata del tuo ciclo mestruale è il numero di giorni trascorsi dal 4 marzo al 1 aprile (un giorno prima della comparsa delle mestruazioni), ovvero 29 giorni. Non dovresti contare il primo giorno del ciclo mestruale successivo perché fa parte del ciclo successivo.

Se hai cicli mestruali irregolari, calcolare l’intervallo tra una mestruazione e l’altra può essere più difficile, ma ti consigliamo di prendere in considerazione la durata del ciclo più breve. Un punto importante da notare è che il ciclo inizia dal giorno del sanguinamento regolare ma non dello spotting.

Avere cicli mestruali regolari è un segno che parti importanti dell’utero e delle ovaie di una persona, in particolare l’ovulazione, funzionano normalmente. Cicli mestruali regolari e sanguinamento mestruale regolare di solito indicano un’ovulazione regolare.

Perché è importante monitorare il ciclo mestruale?

È importante monitorare il periodo mestruale e il ciclo per diversi motivi. Più comprendi il tuo corpo e il ciclo mestruale, più velocemente puoi sapere se qualcosa non va. Un cambiamento nel ciclo mestruale è spesso un sintomo di una varietà di problemi di salute.

È anche importante tenere traccia dei periodi mestruali se stai pianificando di concepire o se stai cercando di avere un sesso sicuro per evitare una gravidanza.

L’obiettivo principale del monitoraggio del ciclo mestruale è stimare la durata del ciclo mestruale e ipotizzare il periodo fertile di ovulazione. Se stai cercando una gravidanza, puoi avere un rapporto durante il periodo dell’ovulazione mentre, se vuoi evitarla, dovresti astenerti dall’avere rapporti per alcuni giorni prima e dopo l’ovulazione.

Inoltre, quando i tuoi cicli diventano irregolari, possono indicare condizioni di salute come problemi alla tiroide, fluttuazioni ormonali, diabete, problemi al fegato, aumento o perdita di una quantità significativa di peso, accumulo di stress o un esercizio fisico eccessivo. Se cicli mestruali irregolari sono associati ad altri sintomi, dovresti consultare il tuo ginecologo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *